Perché costituire Start-up Innovativa?

Siamo nel periodo storico più complicato della storia economica del nostro paese, il mondo impone fortissimi cambiamenti nell’impostazione del nostro modi di pensare ed intendere il lavoro. Lo spazio del posto fisso è ormai finito, occorre guardare al mercato del lavora da altre prospettive, partiamo sfatando un mito non ci vogliono enormi capitali iniziali per creare una start-up, ciò che serve è avere metodo ed idee chiare.

Già nella fase di costituzione è possibile constatare diversi vantaggi: innanzitutto va evidenziata la possibilità di costituire e modificare la società senza notaio inviando tramite procedura online la documentazione alla camera di commercio territorialmente competente. Un altro significativo vantaggio è l’esenzione di imposta di bollo e segreteria per l’iscrizione al Registro delle Imprese. Il risparmio è di circa 220 annui, ricordiamo che la qualifica di start-up innovativa può durare massimo fino a 5 anni.

Tra i principali incentivi per le startup innovative vi segnaliamo:

  • Taglio dei costi per l’avvio dell’impresa, cioè esenzione dall’imposta di bollo e i diritti di segreteria per l’iscrizione al Registro delle Imprese e il diritto annuale alle Camere di Commercio;
  • Permessi di soggiorno agevolati per chi decide di costituire una startup innovativa in Italia. I cittadini stranieri già titolari di permesso di soggiorno per studio, tirocinio o formazione che sceglieranno di restare in Italia potranno richiedere la conversione del permesso di soggiorno senza necessità di tornare nel Paese d’origine per l’apposizione del visto;
  • costituzione con firma digitale, senza oneri notarili;
  • detrazione Irpef del 30% per investimenti fino a 1 milione di euro, da mantenere per almeno 3 anni;
  • possibilità di accedere alle agevolazioni per l’acquisto di software connessi e macchinari (superammortamento 140% e iperammortamento 250%);
  • credito d’imposta R&S per un importo massimo di 300 mila euro da indicare nella dichiarazione dei redditi e da utilizzare in compensazione;
  • Crowdfunding, raccogliere fondi attraverso piattaforme online, in base alla normativa Consob;
  • Internazionalizzazione attraverso il sostegno dell’ICE.

 

Condividi articolo:
WhatsApp chat