“La mafia attraverso gli occhi dei bambini”: un progetto sponsorizzato da CPW Italia

CPW Italia, in linea con la propria policy di corporate social responsibility che da sempre ispira il proprio operato, è orgogliosa di essere sponsor e partner del progetto “La mafia attraverso gli occhi dei bambini”. L’iniziativa ha coinvolto le quinte classi della scuola primaria dell’Istituto Sant’Anna di Palermo ed è stata coordinata dalla Docente Giulia Capone.

Il progetto ripercorre la storia dei principali protagonisti della lotta alla mafia tramite i disegni e le testimonianze dei ragazzi che saranno raccolti nella redazione di un libro. La decisione di cooperare al suddetto progetto non è solo una ragione di testa, ma è anche una scelta di cuore, visto che il Sant’Anna è stata la scuola del nostro Amministratore Delegato Tommaso Di Matteo e del nostro Consigliere di Amministrazione Giovanni Mistretta, che a tal proposito affermano: “L’aver scelto di essere partner e sponsor di questo progetto, è un segno di riconoscenza verso la scuola nella quale ci siamo formati e cresciuti, ma è anche una visione nella quale crediamo come azienda perché siamo fermamente convinti che solo se cresce la cultura e la consapevolezza di classe delle persone, crescono i territori e di conseguenza cresce il nostro sistema produttivo”.
Il libro “La mafia attraverso gli occhi dei bambini” sarà presentato al pubblico l’8 Giugno 2023, presso il teatro dell’Istituto Paritario S. Anna di Palermo a partire dalle ore 18:00; per l’occasione interverranno il nostro AD Tommaso Di Matteo, il Sindaco di Palermo Roberto Lagalla, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Aristide Tamajo e l’ex Magistrato Leonardo Agueci.
L’evento sarà il momento in cui verrà descritto il percorso didattico intrapreso dai giovani studenti protagonisti di un percorso prima esplorativo e conoscitivo del fenomeno mafioso e poi esplicativo attraverso disegni, poesie e pensieri con l’efficacia, la chiarezza e l’autenticità tipiche dei bambini.


La partecipazione all’evento è a numero chiuso pertanto coloro i quali desiderano partecipare possono scriverci a [email protected] e aspettare autorizzazione per l’accredito.