Resto al Sud: per i forfettari l’IVA è finanziabile

L’IVA per i progetti Resto al Sud è finanziabile? Si tratta di una domanda legittima alla quale daremo risposta nel seguente articolo. Ma prima vediamo cosa è, in generale, Resto al Sud.

Resto al Sud è un incentivo di Invitalia che finanzia il 100% del tuo progetto, con un 50% di fondo perduto e l’altro 50% a tasso zero con due anni di preammortamento. Possono richiederlo soggetti con età compresa tra i 18 e i 56 anni non compiuti che:

  • nel caso di ditta individuale, non siano essere titolari di partita IVA movimentata alla data del 21/06/2017. La partita IVA deve quindi avere sempre data di apertura successiva al 21 giugno 2017 e, alla stessa data, non deve essere stata mai movimentata, né attivamente, né passivamente
  • nel caso di società, non bisogna essere rappresentante legale di società iscritte al registro delle imprese e attive (sempre alla data 21/06/2017).

Sorge spontanea una domanda: l’Iva è finanziata da Resto al Sud? La risposta è SI, ma solo se sei in regime forfettario. Per l’impresa che adotta il regime forfettario, infatti, è finanziabile anche il costo dell’Iva nell’incentivo Resto al Sud. Questa scelta deve essere specificata in domanda e gli importi del programma di spesa nel Business plan saranno IVA compresa e calcolati nel tetto massimo agevolabile.

CPW Italia è la realtà che ti aiuta per rendere realtà la tua idea imprenditoriale. Siamo un team di professionisti che ti affianchiamo durante tutto l’iter di compilazione del Business Plan, durante la fase di perfezionamento per l’ottenimento della prima parte dell’erogazione.

Vuoi sapere se la tua idea è finanziabile e se possiedi tutti i requisiti per l’ottenimento dei fondi? Vuoi sapere come emergere rispetto ai tuoi attuali competitor? Prenota un incontro con i nostri esperti e rendi realtà la tua idea.

Contattaci a [email protected] oppure chiamaci al numero 091 324708.