Chiarimenti su Ecobonus e Sisma bonus

Notizie sul fronte Ecobonus e Sisma bonus: con la legge 296 del 2006 è stata introdotta la detrazione (IRPEF/IRES), pari al 55% delle spese sostenute per interventi volti alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti.

In relazione a ciò, l’Agenzia delle Entrate, superando le precedenti risoluzioni del 303/E/2008 e 340/E/2008 e la risposta 313/2019,  in data 25 Giugno 2020  con la Risoluzione  n° 34 chiarisce che le detrazioni per riqualificazione energetica (ecobonus)  e quelle  per interventi  antisismici  (sisma  bonus) spettano ai titolari di reddito d’impresa (persone fisiche, società  di  persone o società  di  capitali) che effettuano gli interventi su immobili da essi posseduti o detenuti, appartenenti  a  qualsiasi  categoria  catastale:

  • Immobili strumentali (utilizzati dal possessore esclusivamente per l’esercizio dell’arte o della professione)
  • Immobili Patrimoniali (locati o non utilizzati che costituiscono un investimento)
  • Immobili merce (beni alla cui produzione o scambio è diretta l’attività d’impresa).

Per quanto concerne gli immobili delle imprese locate a terzi, si rende noto che hanno diritto ai bonus i proprietari (locatori) che si assumono il costo degli interventi di riqualificazione; tuttavia possono beneficiare dei bonus i conduttori qualora sostengano le spese.

Si precisa che le agevolazioni Ecobonus e Sisma bonus riguardano anche gli immobili merce, per cui le imprese potranno effettuare gli interventi di riqualificazione e beneficiare delle detrazioni in questione.

QUI maggiori informazioni dal sito dell’Agenzia delle Entrate: