Nonostante la crisi, i dati ci indicano che cresce il numero di nuove imprese. Testimone di ciò è il MISE che ha pubblicato il Rapporto sulle Startup Innovative relativo ai dati nazionali del primo trimestre 2020. Il rapporto offre un quadro del fenomeno a livello nazionale e ci consente di fare alcuni confronti a livello regionale e provinciale tenendo conto anche dell’andamento del precedente trimestre. Diventare una start-up di successo è certamente difficile ma non impossibile

I programmi d’investimento saranno ancora potenziati, la velocizzazione nell’elaborazione della pratica ed il potenziamento del fondo perduto su Resto al Sud è l’esempio. I nostri consigli sono incentrati nel coniugare la tradizione che rende l’Italia unica nel mondo, con i nuovi processi innovativi, è la comunione fra questi due concetti che oggi può fare davvero fare la differenza.

Alcuni dati sui quali riflettere:

Nella classifica 2020 del Digital Economy and Society Index (DESI), l’Italia risulta quartultima in Europa (25esimo posto su 28).
Alcuni dati interessanti per l’Italia:
?Solo il 10% delle imprese vende online (media UE 18%);
?Il 17% delle persone non ha mai usato internet (media UE 9%);
?Il 42% delle persone è in possesso di competenze digitali base (media UE 58%)

La digitalizzazione è un tema fondamentale ed i numeri sopra citati ci indica quanto lavoro c’è ancora da fare. Come CPW Italia spieghiamo quotidianamente alle imprese quanto è importante stare online, per coloro i quali fossero interessati vi consigliamo di leggere i nostri focus:

E-commerce, iva e fatture 

Quale e-commerce scegliere?

Spesso si dice che per avviare la digitalizzazione di un’impresa servano investimenti economicamente ingenti, vi possiamo assicurare che si possono fare ottimi programmi a tariffe assolutamente sostenibili. Rispetto alle riflessioni sopra esposte è normale pensare che l’apertura di nuove imprese è strettamente collegata al processo di Digitalizzazione di queste, non so se siete a conoscenza del fatto che ci sono molte imprese che avendo intuito la potenza del muoverci digitalmente hanno addirittura aperto società a parte per gestire il settore online.

L’andamento del mercato è in altalenante perché è oggettivamente complicato comprendere il fenomeno covid, ma è altrettanto vero come abbiamo già ampiamente detto che questo è un momento ottimo per creare nuove opportunità. Quindi sì, questo è un buon momento per investire!

 

 

Condividi articolo:
WhatsApp chat