Far finanziare una start-up in Italia è diventato davvero complicato.
I complessi parametri valutativi del sistema creditizio bancario non permettono a tanti di vedere finanziati i propri progetti imprenditoriali. Questo è un tema con il quale il nostro team si confronta quasi tutti i giorni ed al quale cerchiamo di porre delle soluzioni.

Di cosa necessita una start-up?

Partiamo da un presupposto: una start-up, per richiedere qualsiasi forma di finanziamento, deve aver predisposto un piano strategico aziendale ed un business plan.

La nuova impresa deve possedere una determinata presentabilità sul mercato. Ciò vuol dire che deve avere una forma giuridica ed un’eventuale capitale sociale consono alla tipologia di business ed alla richiesta di finanziamento.

Il segreto è impostare fin dall’inizio una strategia, per questo vi invitiamo ad affidarvi a consulenti e professionisti esperti. Un consiglio che forniamo spesso è quello di presentare progetti alle agenzie d’investimento come Invitalia. Quest’ultima, come già approfondito in articoli precedenti, hanno numerosi programmi anche d’investimento a fondo perduto davvero interessanti. Tra questi ricordiamo: resto al sud, cultura crea, smart e start, nuove imprese a tasso zero.

Cosa bisogna dimostrare?

Una start-up o nuova impresa per accedere ad un finanziamento deve soprattutto dimostrare che per il settore e/o l’attività di rientro vi è la capacità di rientro del finanziamento. Gli istituti di credito, infatti, valutano il cosiddetto cash flow.

Sull’argomento vi consigliamo di leggere anche

5 consigli per il lancio della vostra start-up https://www.cpwitalia.it/lancio-start-up/

5 mosse per avere più credito https://www.cpwitalia.it/richieste-di-credito/

Se desiderate approfondimenti sulla nostra consulenza finanziaria, e se state decidendo di costituire una nuova impresa consultate il nostro programma di acceleratore/incubatore d’imprese e startup.Se state cercando finanziamenti agevolati e fondi per far partire o rilanciare la vostra impresa contattateci a [email protected]

Ricordate che le storie e le imprese di successo non si costruiscono in pochi secondi ma in anni di lavoro e sacrifici.

Condividi articolo:
WhatsApp chat