L’Avviso BonuSicilia sarà pubblicato il 18 settembre 2020 sulla Gurs, sul sito del Dipartimento regionale Attività Produttive e su EuroInfoSicilia. La concessione dell’agevolazione sarà concessa in forma di contributo a fondo perduto (sovvenzioni dirette), da destinare alle microimprese operanti in Sicilia.

Più precisamente

  • Le Microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi la cui attività economica è stata sospesa ai sensi dei DPCM del 11 e del 22 Marzo 2020 e delle ordinanze del Presidente della Regione Siciliana emanate per l’emergenza Covid-19;
  •  imprese alberghiere che non hanno esercitato l’attività economica, ovvero che abbiano avuto una diminuzione di fatturato nel periodo marzo-aprile 2020;
  • che hanno sede legale e/o operativa in Sicilia alla data del 31 dicembre 2019.

In cosa consiste l’agevolazione:

Il Contributo previsto varia da un minimo di €5.000 a un massimo di €35.000.

  • una tantum di €5.000 a chi ha avviato l’attività dopo il 31/12/2018; –
  • una tantum di €6.000 a chi ha avviato l’attività prima del 01/01/2020, e che nel 2018 era in regime fiscale forfettario;
  • una tantum di €5.000, più un ulteriore 40% del fatturato medio di due mesi (periodo standard di chiusura) parametrato sul volume d’affari 2018 (da Dichiarazione IVA anno 2018) alle imprese che hanno avviato l’attività prima dell’1 gennaio 2019 ed erano in regime fiscale ordinario nell’anno di imposta 2018 (fino a un massimo complessivo di 35.000€).

Come accedere all’agevolazione:

 

  • Attivare subito l’identità digitale SpiD;
  • Pre-compilare l’istanza sulla piattaforma SiciliaPei (https://siciliapei.regione.sicilia.it) (dal 21 settembre 2020);
  • Inviare l’istanza già compilata cliccando sul pulsante “invio” (dal 5 ottobre 2020).

 

 

 

Condividi articolo:
WhatsApp chat